Dopo un piacevole viaggio di 2 ore attraverso gli Appennini ToscoEmiliani, poco oltre Bologna incontreremo Modena, una piccola città Italiana conosciuta per la sua famosa torre “la Ghirlandina” o il meraviglioso duomo in stile Romanico.

Ma quello che più affascina i visitatori sono i sapori che si incontrano nella provincia, i pregiati salumi i formaggi come il Parmigiano Reggiano e l’ancora più famoso e rinomato Aceto Balsamico.

La nostra visita arrivati a Modena, inizierà passando per una famosa acetaia, dove in un tour tra le botti d’aceto in invecchiamento di 30-40-50 anni ci spiegheranno tecnicamente i vari passaggi ed i segreti che rendono l’aceto balsamico di Modena una delle perle della regione ed uno dei più apprezzati prodotti, fatto ancora come insegnavano i nostri bisnonni e d’altronde, in alcuni casi i loro segreti sono ancora a riposare nelle botti dove loro li hanno posti 50 anni fa.

Dopo un assaggio di vari aceti balsamici di Modena, di diversi invecchiamenti per apprezzare meglio il sapore e la densità che il tempo dona a questo prodotto proseguiremo in un caseificio del Consorzio “Parmigiano Reggiano”, l’unico originale marchio del tradizionale formaggio, dove potremo assaggiare diversi tipi di questo formaggio e visitare il caseificio con la guida di un esperto che ci descriverà le varie fasi della produzione.

A questo punto è d’obbligo una sosta per il pranzo, possiamo suggerirvi diversi tipi di cucina, tutti tipici di Modena ed apprezzati dalla maggior parte degli italiani che non mancheranno certo di fermarsi per assaggiare i famosi Tortellini di Modena, i bolliti o un altro piatto che si può degustare solo in questa zona in quanto tipico di Modena e assolutamente delizioso.

Stiamo parlando del gnocco Fritto e Tigelle: il primo è una sorta di pasta sottile fritta che va imbottita con ogni tipo di salume, prosciutto, salame, coppa e tutto quello che vogliamo mentre le tigelle, sono dei piccoli dischi di pasta che lievitano nella cottura sulla piastra e vanno anch’essi farciti sempre con il salume o con il lardo condito con rosmarino ed aglio.

Modena non è certo famosa per i suoi cibi leggeri, ma vi assicuriamo che i piatti e le pietanze modenesi descritte sono assolutamente deliziose ed anche la signora più attenta alla linea sarà ben felice di fare un piccolo strappo alla regola per assaggiare queste prelibatezze modenesi.

Dopo pranzo ci sarà il tempo per visitare il Museo Ferrari o la pista di prova delle Ferrari F1 ufficiali, con i suoi punti vendita dove se saremo fortunati potremo gustarci alcuni giri delle Ferrari in Prova sulla pista di Fiorano prima di una visita agli shop Ferrari nei dintorni se richiesta.

Al ritorno un giretto nel centro di Modena per una passeggiata visitando il Duomo di Modena e vedere la Ghirlandina prima di riprendere l’autostrada che in due ore ci riporterà a Firenze.

Questo proposto è sicuramente un itinerario molto ricco e probabilmente dovrete rinunciare a qualcosa perché tutto questo in un giorno è decisamente troppo, sarà nostra cura decidere con voi prima della partenza in base ai vostri interessi personalizzare il tour di Modena e decidere a cosa dedicare più tempo o cosa vorreste gustare per pranzo.