Museum

Il Duomo di Firenze, impieg più di sei secoli di storia per divenire come oggi lo vediamo, iniziarono lavori di costruzione alla fine del duecento per opera d'Arnolfo di Cambio che progetto il disegno iniziale, mentre la famosa cupola del Brunelleschi, fu completata nel 1428, segue poi l'abside e per ultima la facciata che lo complet?.

.Facciata del Duomo di Firenze
Il Duomo, o Cattedrale di Santa Maria del Fiore, alla quale fu intitolato nel 1942, sorse sopra le rovine dell'antica chiesa di Santa Reparata, e nel corso dei secoli stato arricchito e impreziosito da sculture e affreschi di molteplici periodi storici e d'importanti artisti come Donatello, Tino di Camaiano o Michelangelo, e molti capolavori poi trasferite nell'annesso museo dell'Opera del Duomo.

La facciata, fu completata nel 1886 dall'architetto Emilio de Fabris, dopo aver parzialmente utilizzato l'antica e incompleta facciata d'Arnolfo di Cambio per pavimentare l'ingresso del duomo nel 1587.
Davanti a lei, si puè ammirare il Battistero che prese origine da un'antica struttura romana.
Vista del Duomo di Firenze
La sua fondazione risale intorno al 200 d.c. nell?epoca paleocristiana, e probabilmente sub? delle modifiche strutturali dai Longobardi nel 600 d.c. Nel 509 d.c. divenne sede Vescovile e fu completata la cupola ottangolare, in seguito accoglie le spoglie del vescovo Ranieri, mentre nel 1128 gli ? tolto il rango di Cattedrale e diventa Battistero, da sempre ? stata riconosciuta la sua eleganza di gusto romanico, i suoi preziosi mosaici e pavimenti che nel 1300 portarono i fiorentini a donare al monumento delle porte degne di esso, per opera d'Andrea Pisano e Lorenzo Ghiberti il quale vinse il concorso allora indetto, proponendo la stupenda Porta del Paradiso decorata in oro e raffigurante famose ambientazioni bibliche che venne completata nel 1452.

Sempre nella stessa piazza, a fianco di Santa Maria del Fiore sorge il campanile, progettato ed iniziato da Giotto nel 1334, ? proseguito nel 1338, alla sua morte da Andrea Pisano che sar? ancora sostituito nel 1348 da Francesco Talenti ed esso finire l'opera, apportando alcune modifiche al disegno originale, tra cui la terrazza che ornamenta la cima del campanile nel 1356.

Michelangelo iniziò i lavori di costruzione di quello che in origine doveva essere il sepolcro personale della famiglia dei Medici nel 1520, all’interno della chiesa di S. Lorenzo, nel cuore di Firenze, e seguendo lo stile del Brunelleschi per volere dei Medici.
Intorno al 1534 Michelangelo si trasferì a Roma e l’opera sua incompiuta fu continuata dal Vasari e nel corso degli anni arricchita di numerose sculture, sino al 1836 con la decorazione della cupola per opera di Pietro Benvenuti, con temi biblici e neotestamentari.
Nel raggio di pochi metri convivono alcune delle più grandi opere del Michelangelo: il "Sepolcro di Lorenzo, duca d'Urbino" con le sublimi statue del "Pensieroso", vicino a loro, c’è l'"Aurora" e il "Crepuscolo" ed ancora il "Sepolcro di Giuliano, duca di Nemours", con le statue del duca, il "Giorno" e la "Notte".
Invece, sul terzo sarcofago, che racchiude le spoglie di Lorenzo il Magnifico e del fratello Giuliano la stupenda "Madonna col Bambino". 
Tutto questo ed altro ancora hanno poi trasformato questo luogo sacro in un meraviglioso esempio d’arte rinascimentale e barocca, custodendo nella Cappella dei Principi e la Sagrestia Nuova, le spoglie dei granduchi Ferdinando II, Cosimo II, Ferdinando I, Cosimo I, Francesco I e Cosimo III.

Una fucina di artisti nella quale hanno studiati i migliori del rinascimento.

La Galleria dell’Accademia fu fondata nel 1784 per volere del granduca Leopoldo di Lorena il quale volle dare agli studenti della vicina Accademia d’arte un luogo in cui studiare le opere degli artisti dell’epoca e quindi apprendere ed apprezzare meglio le tecniche in quel momento studiate.
Dal 1873 ospita il David di Michelangelo in una cupola costruita appositamente dall’architetto De Fabris, che lo trasferì dalla sua posizione originale in Piazza della Signoria.
Noteremo diverse opere del Michelangelo poste in ordine cronologico partendo dalle sue ultime, arrivando alla fine del corridoio dove il David è custodito, e potremo ammirare le tecniche e i cambiamenti di stile dall’artista affrontati nel corso della sua vita.
All’interno, nelle varie sale, potrete vedere opere di Lorenzo Monaco, Daddi, Gaddi, Lippi, Perugino, Baldovinetti, Botticelli, Orcagna, Giovanni da Milano.
Anche questa, per le numerose opere rinascimentali è definita uno dei più importanti punti di riferimento, e come allora, visitata da numerosi studenti e appassionati d’arte da tutto il mondo.

Il museo del Bargello è stato costruito nel 1255 dal padre d’Arnolfo da cambi, su disegno di un certo Lapo, ed è stato sino al 1545 sede del Podesta di Firenze, la più alta carica dell’allora città fiorentina, e secondo tradizione doveva essere necessariamente uno straniero.
Nel 1502 divenne sede dell’allora consiglio di giustizia e della polizia, di cui il capo era chiamato il Bargello.
Trasformatosi ora in museo racchiude sculture al suo interno dal 300 al 600 e numerose opere minori, provenienti per lo più da lasciti e donazioni.
Armi, stoffe, mobili, terrecotte invetriate delle quali alcune dei della Robbia, sigilli, bronzetti, maioliche, oreficerie, stemmi, e soprattutto numerosi capolavori di Michelangelo, Tino di Camaino, Ammannati, Giambologna, Donatello e Brunelleschi.
Su richiesta è possibile ammirare un ricco medagliere mediceo con alcuni esemplari unici al mondo.

 

Apertura

 

Lunedì-domenica: 8.15-13.50
Dal 3 aprile al 12 luglio: 8.15-17.00

 

Chiusura

 

1^, 3^, 5^ domenica, 2° e 4° lunedì di ogni mese, Capodanno, 1° maggio, Natale.

Dal 3 aprile al 12 luglio i giorni di chiusura saranno: 2° e 4° lunedì del mese

Una fucina di artisti nella quale hanno studiati i migliori del rinascimento.

La Galleria dell’Accademia fu fondata nel 1784 per volere del granduca Leopoldo di Lorena il quale volle dare agli studenti della vicina Accademia d’arte un luogo in cui studiare le opere degli artisti dell’epoca e quindi apprendere ed apprezzare meglio le tecniche in quel momento studiate.
Dal 1873 ospita il David di Michelangelo in una cupola costruita appositamente dall’architetto De Fabris, che lo trasferì dalla sua posizione originale in Piazza della Signoria.
Noteremo diverse opere del Michelangelo poste in ordine cronologico partendo dalle sue ultime, arrivando alla fine del corridoio dove il David è custodito, e potremo ammirare le tecniche e i cambiamenti di stile dall’artista affrontati nel corso della sua vita.
All’interno, nelle varie sale, potrete vedere opere di Lorenzo Monaco, Daddi, Gaddi, Lippi, Perugino, Baldovinetti, Botticelli, Orcagna, Giovanni da Milano.
Anche questa, per le numerose opere rinascimentali è definita uno dei più importanti punti di riferimento, e come allora, visitata da numerosi studenti e appassionati d’arte da tutto il mondo.

"Awesome! the best website that lets you discover and book hotels and activities anywhere you want."

- Jane Doe, Frankfurt -

4.9/5

Daily Tours

A long tour in Chianti lunch with deliucios local food in winery or restaurant VisitfChianti and S...
Car
Chianti + San Gimignano + lunch
From EUR120.00
8 Ore
Attraverso i cipressi e le colline Toscane, il pi? classico dei tour alla scoperta del Chianti e del...
Car
Chianti 4 hrs
From EUR100.00
4 Ore
Classic tour of one of the most known Italian city of the word: Pisa and the leaning Tower in a half...
Car
Pisa Tour
From EUR80.00
4 Ore
A good day to discover two of the main cities of Tuscany, San Gimgnano and Siena with the magnifice...
Car
Siena + San Gimignano
From EUR150.00
8 Ore

enjoyflorence di S.A.M - Via Arno, 46 - 41042 Fiorano Modenese - VAT 03821550369 - REA MO - 420935

If you have an emergency within 24 hours of departure or while you are traveling, you can contact us any of the following ways:

+ 39-345-2586553 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.